X
Menu
X

Di prossimo avvio, con finanziamento di Regione Lombardia e di Cartiera dell’Adda S.p.A. nell’ambito di compensazioni ambientali, gli interventi nel lago di Olginate e nel lago di Garlate per l’eradicazione e il contenimento della specie Elodea nuttallii, macrofita acquatica invasiva; gli stessi, sviluppati in zone di lago ben definite, rivestono anche rilevante valenza sperimentale, perchè finalizzati a individuare azioni di prolungata efficacia nel medio-lungo periodo e condivisa attuazione con gli altri soggetti territoriali competenti.

elodea

Francesca Rota è il nuovo presidente del Parco Adda Nord. Lecchese, avvocato, già sindaco di Garlate e consigliere regionale a cavallo degli Anni 80, poi assessore al comune di Lecco e presidente dell’Ordine degli avvocati lariano. La affiancano nel Consiglio di gestione – l’equivalente della giunta dei comuni – Alessandro Chiodelli, Luigi Esposito e Ignazio Ravasi.

Alessandro Chiodelli, bergamasco, geologo, componente della commissione per la qualità architettonica e ambientale di numerosi comuni, è anche consigliere comunale di Mozzo, suo comune di residenza, da 7 anni. Luigi Esposito è consigliere comunale di Solza dove è stato anche assessore per numerosi mandati e vicesindaco. Infine Ignazio Ravasi di Fara Gera d’Adda, vanta una lunga carriera politica a livello locale con incarichi a livello nazionale nel proprio partito. E’ stato tra l’altro presidente del Parco Nord Milano e componente di rilievo di Federparchi, l’associazione nazionale dei parchi. Appassionato di filosofia politica e ambientalismo ha pubblicato saggi e romanzi.

Fa parte infine del Consiglio di gestione Antonio Groppelli, di Truccazzano, in rappresentanza delle associazioni agricole, mentre Regione Lombardia nominerà il proprio rappresentante nelle prossime settimane.

Francesca Rota è l’ottavo presidente del Parco dalla sua istituzione nel 1986 ed è subentrata a Giovanni Bolis, commissario regionale nominato al posto del presidente e del Consiglio di gestione nell’ottobre di due anni fa. Presidente e Consiglio di gestione resteranno in carica per i prossimi cinque anni.

Partita a due per la carica di Presidente del Parco Adda Nord: Francesca Rota, avvocato di Lecco, e Giovanni Bolis, il commissario uscente, di professione commercialista.

Giovanni Bolis, dopo due anni di lavoro come commissario regionale, è stato candidato – secondo la previsione dell’articolo 10 punto 3 dello statuto del Parco – dai sindaci dei comuni di Bottanuco, Capriate San Gervasio, Cisano Bergamasco, Cornate d’Adda e Villa d’Adda.

Lo statuto del Parco prevede che le candidature devono essere presentate da almeno tre enti membri del parco stesso poi, in sede di votazione, ciascun sindaco – o suo delegato – esprime un voto per la nomina del presidente e successivamente un voto per i componenti del Consiglio di gestione. Per l’elezione di quest’ultimo ogni componente della Comunità del parco – l’assemblea dei sindaci e dei presidenti delle province – esprime una sola preferenza tra i nomi proposti. I componenti da leggere da parte dell’assemblea dei sindaci sono tre.

Francesca Rota è stata invece candidata dai sindaci dei comuni di Cassano d’Adda, Galbiate, Garlate, Lecco, Malgrate, Monte Marenzo, Olginate, Solza, Vercurago e Verderio.

Da sottolineare che al Parco Adda Nord ogni votazione si esprime attraverso un calcolo ponderato del “peso” di ciascun ente basato sul numero di residenti e sull’estensione del proprio territorio ricompreso all’interno del parco. Il tutto espresso in centesimi. Lo statuto all’allegato 1 riporta i centesimi di voto spettante a di ogni ente.

Per quanto riguarda invece i componenti del Consiglio di gestione – l’equivalente alla giunta di un qualsiasi comune – sono state avanzate le candidature di quattro persone.
Alessandro Chiodelli è stato candidato dai sindaci dei comuni di Capriate San Gervasio, Cisano Bergamasco, Pontida, e Trezzo sull’Adda.

Luigi Esposito dagli stessi comuni che hanno candidato l’Avvocato Rota, eccetto Cassano d’Adda che, insieme a Fara Gera d’Adda, Paderno d’Adda e Truccazzano, ha presentato Ignazio Ravasi.
Infine Roberto Bonfanti è stato candidato dai comuni di Airuno, Brivio, Calco e Imbersago.

Completano la composizione del Consiglio di gestione un rappresentante di Regione Lombardia, il cui nome non è stato ancora avanzato, e un rappresentante delle associazioni del mondo agricolo maggiormente rappresentative. Associazioni – Coldiretti, Confagricoltura e Cia – che hanno proposto Antonio Groppelli, agricoltore di Truccazzano.

L’assemblea per la nomina dei nuovi organi statutari – compreso il nuovo revisore legale dei conti – è convocata per il prossimo 8 ottobre alle ore 11 presso la sede del Parco di Villa Gina a Trezzo sull’Adda.

Tempo di elezioni per il Parco Adda Nord. I sindaci – e i presidenti delle province – del parco sono chiamati a nominare il nuovo presidente e i componenti del Consiglio di gestione – l’equivalente della giunta di un comune – il prossimo 8 ottobre.

Termina così il commissariamento voluto dalla giunta regionale due anni fa a seguito di irregolarità gestionali e nella prevenzione di possibili atti corruttivi. In questi due anni il parco è stato retto dal commissario Giovanni Bolis – il cui incarico è stato prorogato due volte – assistito comunque dalla Comunità del parco, l’assemblea dei sindaci, che si è riunita nei due anni 12 volte. Approvando i bilanci, preventivo e consuntivo, gli investimenti e le dismissioni, gli atti di programmazione e quant’altro di propria competenza.

Il Consiglio di gestione è composto dal presidente e da quattro componenti, uno dei quali viene nominato da Regione Lombardia tra personalità con particolari competenze in ambito ambientale, gestionale e amministrativo. Componente di diritto del Consiglio di gestione anche un rappresentante delle associazioni del mondo agricolo, secondo quanto stabilito dalla recente legge regionale.

La Comunità del parco ha salutato e ringraziato con un caloroso applauso il commissario Giovanni Bolis nella seduta di lunedì scorso. Seduta che ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno (vai alla notizia della convocazione cliccando quicliccando quicliccando qui).

La riunione del prossimo 8 ottobre è chiamata inoltre a nominare il revisore legale dei conti.

Il temine per la presentazione delle domande di aiuto per il bando di finanziamento dell’operazione 8.3.01 è stato prorogato seconda proroga bando 8_3_01

Si invitano gli interessati ad accedere al sito web del GAL al seguente link http://www.galleccobrianza.it/bandi/

Si pubblica il testo rettificato del bando di finanziamento dell’operazione 8.3.01 Rettifica Bando 8_3_01

Si invitano gli interessati ad accedere al sito web del GAL al seguente link http://www.galleccobrianza.it/bandi/

Dal 19 novembre 2018 è disponibile un altro bando di finanziamento per l’attuazione del Piano di Sviluppo Locale finanziato nell’ambito del PSR 2014 – 2020 di Regione Lombardia.

Si tratta dell’operazione 8.3.01 “Prevenzione dei danni alle foreste”.

Si invitano gli interessati ad accedere al sito web del GAL al seguente link http://www.galleccobrianza.it/bandi/ per prendere visione del bando e delle modalità di presentazione delle domande di aiuto.

Dal 1° ottobre 2018 sono stati pubblicati i primi bandi di finanziamento per l’attuazione del Piano di Sviluppo Locale finanziato nell’ambito del PSR 2014 – 2020 di Regione Lombardia. Le operazioni interessate sono le seguenti:

4.1.01 “Incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole”

4.3.01 “Infrastrutture destinate allo sviluppo del settore agro-forestale”

Si invitano gli interessati ad accedere al sito web del GAL al seguente link   http://www.galleccobrianza.it/bandi/

per prendere visione dei bandi e delle modalità di presentazione delle domande di aiuto.

 

Si comunica che a decorrere dal 14 luglio 2018, come previsto dall’art 12 del DL 87/2018, sono entrate in vigore le disposizioni che escludono  nuovamente dallo split payment le prestazioni di servizi dai professionisti i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta o a titolo di acconto.

Clicca qui per i dettagli: AGGIORNAMENTO SPLIT PAYMENT E FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 14 LUGLIO 2018

Lungo le rive dell’Adda, da Lecco a Truccazzano, è assolutamente vietato accendere il fuoco a terra per mantenere l’integrità dei luoghi e non danneggiare la copertura erbosa.NO FUOCHI