X
Menu
X

Lo scorso 17 maggio Regione Lombardia ha nuovamente assegnato un contributo di 200mila euro a favore degli enti parco fluviali e delle riserve naturali al fine del contenimento del pesce siluro (Silurus glanis) nel 2021.

Il Parco Adda Nord dopo un primo intervento nel 2014/15, ha ripreso le azioni di controllo della popolazione di siluro (Silurus glanis) nel 2019 e poi nel 2020. L’ultimo intervento è avvenuto dal 19 ottobre al 16 dicembre in un tratto di fiume molto ampio rispetto ai precedenti, dal lago di Olginate fino al limite meridionale del Parco, a monte di Rivolta d’Adda, ampiamente popolato di specie ittiche autoctone, molte delle quali di interesse conservazionistico o comunitario. A causa delle condizioni meteo e idrologiche del fiume avverse il programma è stato rimodulato in corso d’opera raggiungendo comunque le finalità prefissate.

PERCHE’ IL SILURO E’ UNA SPECIE INVASIVA?

Il siluro (Silurus glanis L.) è un pesce appartenente all’ordine dei Siluriformes originario dei bacini fluviali del mar Nero, Caspio e Baltico. Introdotto per la prima volta intorno agli anni ‘50 in Italia, nel bacino del Po, si è poi diffuso velocemente a partire dall’inizio degli anni ‘90 a causa di una serie di immissioni, più o meno intenzionali, che lo hanno portato a colonizzare tutto l’areale padano. Può raggiungere taglie sopra i 2 metri e mezzo per oltre 100 kg di peso. La crescita rapida lo mette al riparo dalla predazione da parte di altri pesci o uccelli e gli permette di riprodursi relativamente presto, garantendogli un vantaggio competitivo su molte specie autoctone; sopravvive anche a bassi di livelli di ossigenazione. Nelle aree dove l’invasione del siluro non è stata fermata, la biomassa di questa specie ha raggiunto livelli preoccupanti per la stabilità delle comunità ittiche autoctone (Castaldelli et al. 2013). Il siluro è una specie opportunista che si nutre di invertebrati, pesci, mammiferi e perfino uccelli (Omarov e Popova 1985; Carol et al. 2007; Carol 2009; Syväranta et al. 2010; Cucherousset et al. 2012), diventando rapidamente una seria minaccia per la conservazione della biodiversità degli ecosistemi in cui vive. Il siluro è un predatore in grado di influenzare le biomasse delle altre specie nonché un competitore per le risorse alimentari degli altri predatori autoctoni per habitat e rifugi, cosa che mette in serio rischio la riproduzione naturale e la sopravvivenza di specie autoctone.

OBIETTIVI, BENEFICI E AZIONI DEGLI INTERVENTI

I benefici degli interventi di contenimento delle specie alloctone portano come risultati la riduzione della pressione esercitata dalle stesse sulla comunità ittica locale e una loro minor forza riproduttiva. La diminuzione fisica della specie invasiva induce, come accennato, alla ricolonizzazione dell’habitat da parte di specie ittiche autoctone.

Gli obiettivi dei progetti di contenimento attuati sono:

Ripresa e prosecuzione delle attività di gestione dei popolamenti ittici alloctoni nel tratto di competenza del Parco Adda Nord del fiume Adda;

Realizzazione di azioni di cattura selettiva del siluro, con il fine di ridurne presenza, biomassa, densità e diffusione per migrazione e riproduzione;

– Verifica della classificazione delle aree di intervento prioritarie ed indagine di nuovi areali;

– Analisi tecnica dei dati di cattura e valutazioni gestionali future.

Tre le fasi operative:

– Attività di contenimento con elettropesca da natante svolte da una squadra di tre operatori;

– Attività di contenimento con pesca subacquea in apnea svolte da una squadra di 3 operatori specializzati;

– Analisi dei dati.

RISULTATI E COMPARAZIONI

Nel 2020 sono stati catturati 698 esemplari per 1.488 Kg di biomassa. L’anno precedente 295 per 1.350 Kg di biomassa. Fare un preciso confronto non è semplice per le differenti condizioni del fiume (nel 2020, ad esempio, a causa delle condizioni idrologiche superiori ai limiti di intervento, non si sono potute fare indagini nella sezione del Canjon di Leonardo), ma qualche valutazione sulla stato di diffusione e distribuzione del siluro sì. Tra il 2019 e il 2020 si nota un sostanziale aumento sia numerico che di biomassa in termini assoluti, ma se si prende in considerazione il dato mediato sulla totalità degli interventi (decisamente aumentata nel 2020) c’è un calo della frequenza di cattura per singolo intervento, nonché un calo della biomassa catturata per azione, sia per la pesca elettrica, che per le attività subacquee. Tutta la biomassa catturata è stata destinata allo smaltimento, secondo le normative vigenti, venendo conferita ad Operatori Specializzati per la gestione delle carcasse animali.

Dove la maggiore diffusione? Il nucleo principale sembra concentrarsi nel tratto compreso tra il bacino di Trezzo ed il bacino di Vaprio/Fara Gera d’Adda, nel quale si evidenziano però dei cali significativi di catture nelle sezioni di Concesa e Fara Gera d’Adda, già oggetto di interventi importanti nel 2019. La maggior presenza di siluro, sia in termini di numerosità, che biomassa, che taglia media, si evidenzia invece nella porzione compresa tra la confluenza con il fiume Brembo e la traversa fluviale di Sant’Anna, forse a causa dell’effetto delle piene.

In generale la popolazione del siluro risulta radicata, riproduttiva e strutturata, preferisce tratti a corrente moderata, elevate profondità e colonizza aree rifugio elettive (scogliere, prismate etc). Rispetto al 2019 risultano assenti dalle catture i cosiddetti grandi riproduttori; non sono stati infatti catturati soggetti di taglia superiore a 180 cm e di peso superiore a 36 kg, con maggiore rappresentatività (263 esemplari) nelle classi comprese tra 600-1.200 mm.

PROSPETTIVE

Per contribuire significativamente alla conservazione dei popolamenti ittici autoctoni risulta strategico pianificare interventi continuativi nel medio-lungo periodo, valorizzando le esperienze pregresse, affinando le aree e i periodi di intervento, per ridurre significativamente il grado di pressione esercitato dal siluro sulla restante comunità ittica locale.

Con tale finalità anche per l’anno 2021 il Parco Adda Nord intende partecipare al bando regionale di assegnazione dei contributi destinati al contenimento del siluro (Silurus glanis), coordinando le proprie attività con quelle programmate, ed autorizzate, sul fiume, da altri soggetti.

pesce siluro 1

dav

Martedì 8 giugno a Lecco presso la sede di ACEL Energie è stata presentata la XVI rassegna teatrale “I luoghi dell’Adda”, organizzata da Teatro Invito Ultimaluna che ha come capofila il Comune di Robbiate e sostenuta anche quest’anno dal Parco Adda Nord.
Dodici gli appuntamenti a partire da venerdì 18 giugno a Cascina Maria di Paderno d’Adda fino a domenica 11 luglio a Calolziocorte presso il Monastero del Lavello.
Il 2021 vede la conferma dei due nuovi Comuni entrati in rassegna nel 2020 (Cassano d’Adda e Fara Gera d’Adda) a cui occorre aggiungere per il 2021 la new entry Capriate San Gervasio. Oltre a Airuno, Paderno d’Adda. Olginate, Verderio.
L’ingresso agli spettacolo è gratuito ma è raccomandata la prenotazione a segreteria@teatroinvito.it

Di seguito il cartellone ma per maggiori informazioni sulle location e sugli spettacoli clicca QUI e QUI.

18 giugno a Paderno d’Adda LEMON THERAPY (Quinta Parete)
19 giugno a Capriate san Gervasio CAPPUCCETTO BLUES (Teatro Invito)
19 giugno a Airuno INVINCIBILI (Teatro La Pulce)
20 giugno a Verderio IL COWBOY E IL PIANOFORTE (Spirabilia Quintet)
25 giugno a Robbiate I PRIMI 100 ANNI DI EDITH PIAF (Teatro Potlach)
26 giugno a Cassano d’Adda CORPI AL VENTO (Teatro Evento)
3 luglio a Verderio NELLY – QUALCUNO D’EMILIA (Francesco Garuti)
4 luglio a Robbiate SIMPLON (Karakorum Teatro)
8 luglio a Varenna L’ORA CHE VOLGE ‘L DISIO (Teatro Invito)
9 luglio a Fara Gera d’Adda DON CHISCIOTTE (Stivalaccio Teatro)
10 luglio a Olginate IN CAPO AL MONDO (Teatro Invito)
11 luglio a Calolziocorte CIUMBIA MA QUANTE BELLE DONNE (Gianna Coletti)

Doppio appuntamento al Parco Adda Nord con il BioBlitz, l’evento di “citizen science” organizzato da AREA Parchi e Regione Lombardia in tutte le aree protette lombarde. Dopo l’appuntamento “a distanza” di maggio, a giugno è la volta della modalità classica, “in presenza” per andare alla scoperta delle specie di flora e fauna, fotografarle e poi caricarle sull’App iNaturalist.
L’appuntamento nella giornata di sabato è doppio. Si comincia a Brivio alle 10.00 “Alla scoperta della palude di Brivio” con ritrovo dei partecipanti a Calolziocorte in via Lago Vecchio in compagnia della naturalista Roberta Salvi. Si prosegue nel tardo pomeriggio alle 18.30 a Bottanuco in piazza San Vittore in collaborazione con la LIPU Sezione Bergamo per studiare i voli dei rondoni e dell’avifauna urbana.
La partecipazione è gratuita, ma è obbligatorio prenotarsi scrivendo una mail dettagliata a maurizio.valota@parcoaddanord.it oppure tramite whatsapp mandando un messaggio al 3492502460. Massimo 20 partecipanti.

WhatsApp Image 2021-06-08 at 11.55.14

E’ già in distribuzione gratuita presso la nostra sede a Villa Gina, presso il Museo Muva e durante i principali eventi organizzati o patrocinati dal nostro ente la nuova cartina turistica del Parco Adda Nord con i confini, i principali percorsi, i punti di interesse naturalistici, storico-culturali e quelli turistici, segnalati e illustrati con foto a colori e breve descrizione.

Clicca QUI per scaricarla in formato .pdf

 

In occasione della Giornata Mondiale dell’ambiente 2021 che si celebrerà sabato 5 giugno, il Parco Adda Nord ha allestito un programma di eventi – anche in collaborazione con altre associazioni – molto ricco e che interesserà tutto week-end. Insomma, ce n’è davvero tutti i gusti.
Si comincia sabato mattina con un giro naturalistico guidato presso il bosco “La Lanca” in collaborazione con l’associazione La Lanca ODV. Partenze alle 9:30 e alle 11:30. Il ritrovo è fissato presso l’area di sosta sulla strada provinciale tra Cassano d’Adda e Fara Gera d’Adda, venendo da Cassano subito dopo la rotonda di Badalasco sulla destra. Si richiede di indossare calzature e abiti adatti e essere muniti di mascherine. Per chi desidera aiutare a pulire i percorsi forniamo i sacchi di raccolta e guanti. Clicca QUI per maggiori info.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: lalanca.odv@gmail.com

Si prosegue domenica mattina con le camminate ecologiche in collaborazione con Plastic Free. La “Staffetta dell’Adda” avrà come punti di partenza nei comuni di Brivio, Imbersago, Calusco d’Adda, Cornate d’Adda, Trezzo sull’Adda e Vaprio d’Adda alle 9.00.

E nel pomeriggio dalle 14 alle 17.30 una nuova apertura del Museo Muva con visita guidata alle 14.30 e laboratori per bambini alle 15.

Per info e prenotazioni (obbligatorie) scrivi una mail a muva.adda@gmail.com.

WhatsApp Image 2021-06-01 at 09.05.18

Domenica 6 giugno è già in programma il primo evento ufficiale nato dalla collaborazione con Plastic Free e che interesserà ben sei Comuni (e 4 Province) del Parco Adda Nord. Si chiama Staffetta dell’Adda e l’appuntamento per tutti i cittadini che vorranno contribuire a mantenere pulito l’argine del fiume e insieme passeggiare e godere delle bellezze del territorio è fissato per le 9.00 a Olginate (via Lungo Lago, angolo vicolo Pescatori), Brivio (ritrovo piazza Palma), Calusco d’Adda (via Adda 565, parcheggio Piscina), Cornate d’Adda (Piazza don Ambrosiani), Trezzo sull’Adda (via Bassi 6, Parco Comunale Villa Gina) e Vaprio d’Adda (via Alzaia Sud 3, Casa del Custode delle Acque). Per informazioni e iscrizioni (obbligatorie) consultare il sito www.plasticfreeonlus.it nella sezione eventi.

Clicca QUI per consultare la locandina generale dell’evento

OLGINATE

BRIVIO

CALUSCO D’ADDA

CORNATE D’ADDA

TREZZO SULL’ADDA

VAPRIO D’ADDA

Il Presidente del Parco Adda Nord, Francesca Rota, e Matteo Bignardi referente per la Provincia di Milano di Plastic Free hanno firmato nella giornata di giovedì presso Villa Gina un protocollo d’intesa attraverso il quale il Parco Adda Nord si impegna a supportare le attività di Plastic Free sul territorio, in particolare le operazioni di raccolta della plastica abbandonata e le passeggiate ecologiche e, in generale, a contribuire a creare una maggiore consapevolezza nella cittadinanza sull’importanza di preservare l’ambiente dalla plastica.

Si tratta di un accordo quasi storico visto che il Parco Adda Nord è la prima area protetta regionale che si “lega” a Plastic Free.

Una sorta di prova generale dell’accordo si è già tenuta domenica scorsa a Canonica d’Adda dove Plastic Free, nell’ambito dell’iniziativa “UnPOPrimadelMare” ha organizzato un’operazione di pulizia lungo l’argine dell’Adda a cui hanno partecipato le Guardie Ecologiche Volontarie del Parco e alcuni rappresentanti dell’ente. L’evento godeva del patrocinio del Parco Adda Nord.

oznor

 

COS’E’ PLASTIC FREE?

PLASTIC FREE è un’associazione di volontariato nata nel 2019 e ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, per i suoi effetti devastanti sull’intero ecosistema. A tal riguardo PLASTIC FREE, avvalendosi principalmente dei propri canali di comunicazione, promuove e organizza iniziative volte a dare concreta attuazione alla lotta contro la plastica quali, a titolo meramente esemplificativo, l’organizzazione di giornate dedicate alla pulizia di parti del territorio (es. parchi, spiagge etc.) con l’aiuto di persone che volontariamente, autonomamente e gratuitamente decidono di parteciparvi iscrivendosi all’associazione.

Plastic Free propone sul territorio attività di sensibilizzazione tramite le seguenti iniziative a titolo gratuito:

–           Appuntamenti di raccolta della plastica e rifiuti non pericolosi

–           Lezioni di educazione ambientale nelle scuole, in presenza e da remoto

–           Informazione e sensibilizzazione online sui social geolocalizzata sul territorio

–           Informazione e sensibilizzazione attraverso stand

–           Passeggiate ecologiche e turistiche nel territorio

–           Segnalazione di abbandono rifiuti in maniera abusiva

LE DICHIARAZIONI

Francesca Rota, Presidente Parco Adda Nord. «Credo sia un caso che l’Adda Nord sia il primo Parco che firma un protocollo con Plastic Free. Speriamo di essere da esempio agli altri colleghi Presidenti affinché facciano la stessa cosa, ma soprattutto un esempio per i cittadini in termini di sensibilizzazione verso una tematica che sta diventando sempre più gravosa ovvero quello dell’abbandono della plastica nelle acque dei fiumi o nella natura».

Ignazio Ravasi, Consigliere Delegato Parco Adda Nord. «Una delle missioni di un parco regionale è trasmettere l’amore per l’ambiente orientando questa sensibilità verso la cittadinanza ma soprattutto verso i più giovani. Mi piace pensare che l’immagine di un Parco non sia solo quella di guardiano, ma anche di un soggetto capace di promuovere la bellezza dei territorio e la dedizione nei confronti dell’ambiente che ci circonda. Ed è questo il senso della firma del protocollo con Plastic Free».

Matteo Bignardi, referente Plastic Free Milano. «Il compito della nostra associazione è portare un messaggio di amore e rispetto verso l’ambiente. E ricordare che tutto ciò che viene abbandonato nei fiumi poi arrivare al mare e poi ancora a noi. Domenica 6 giugno sarà un grande evento di sensibilizzazione a cui invito tutte le persone a partecipare».

In occasione della Giornata Europea dei Parchi 2021 (che cade lunedì 24 Maggio), il Parco Adda Nord ha allestito un “cartellone” di iniziative dedicate al pubblico. Il programma si chiama “Respira il Parco” visto che il tema prescelto quest’anno è proprio il “respiro” nella e della natura delle nostre aree protette.

DOMENICA 23 MAGGIO 2021

CANONICA D’ADDA ORE 9.30

UnPOPrimadelMare 

Pulizia dell’argine del fiume in collaborazione con la Onlus Plastic Free

Prenotazione obbligatoria sul sito www.plasticfreeonlus.it

TREZZO SULL’ADDA

Visita guidata al museo Muva 14:30

Prenotazione obbligatoria mandando una mail a muva.adda@gmail.com
Il museo sarà aperto l’intero pomeriggio dalle 14:00 alle 17:30

 

LUNEDI’ 24 MAGGIO 2021 “Giornata Europea dei Parchi”

Ore 11.00 

Alla scoperta del parco: ambienti e creature meravigliose
Piattaforma Google Meet
Evento online dedicato alle scuole del Parco

TREZZO SULL’ADDA

18:00 Passeggiata da Trezzo a Castelbarco 

Prenotazione obbligatoria mandando una mail a info@parcoaddanord.it

(Max. 20 persone)
18:00 aperitivo e 18:30 partenza da Villa Gina (loc. Concesa).

CASSANO D’ADDA

18:00 Passeggiata alla scoperta di flora e fauna (ritrovo Ristoro Isola Borromeo)

Prenotazione obbligatoria mandando una mail a info@parcoaddanord.it (Max. 20 persone)

— —

PER CONSULTARE L’INTERO PROGRAMMA, SCARICARLO E CONDIVIDERLO SUI SOCIAL CON I TUOI AMICI CLICCA QUI E QUI

Anche il Parco Adda Nord aderisce all’iniziativa “UnPOPrimaDelMare” attraverso la Onlus Plastic Free patrocinando un’operazione di pulizia che si terrà lungo l’argine del fiume a Canonica D’Adda domenica 23 maggio alle 9.30.

Per partecipare occorre – obbligatoriamente – iscriversi a questo link: https://www.plasticfreeonlus.it/eventi/23-mag-canonica-dadda/  

Il raduno dei partecipanti alla pulizia è fissato presso il campo sportivo di Canonica d’Adda in via Verdi alle 9.30

Per informazioni ci si può rivolgere a Raffaella Cocchi (347 0759366) e Michele Capodivento (348 7969846).

Mercoledì pomeriggio si è tenuta in Regione Lombardia la conferenza stampa dell’intero evento “UnPOPrimadelMare”. A questo link potrete rivedere il video.

Canonica d’Adda (BG)

Diventa anche tu esploratore della Biodiversità per un giorno!
Partecipa al Bioblitz Lombardia 2021 insieme alle aree protette a cui aderisce anche il Parco Adda Nord

Torna l’evento naturalistico di Citizen Science del Sistema Parchi Lombardi

Cos’è un Bioblitz?
E’ una maratona naturalistica in cui i partecipanti ricercano, individuano e classificano, il maggior numero di forme di vita animali e vegetali. I dati raccolti sono un valido strumento per il monitoraggio della biodiversità regionale.

Chi può partecipare?
Tutti i cittadini: adulti, bambini, giovani universitari, appassionati e curiosi.

Cosa osservare e fotografare?
Erbe o fiori spontanei, insetti o anfibi, funghi e licheni, alberi, nidi… Quest’anno i dati raccolti contribuiranno allo speciale progetto «LIFE4pollinators» dedicato agli insetti impollinatori e alle loro piante. Ogni osservazione dovrà essere scattata in Lombardia, georeferenziata, riferita a specie selvatiche e non domestiche né coltivate e caricata attraverso la piattaforma iNaturalist

Quando?
Quest’anno sono 3 gli appuntamenti con i Parchi lombardi,

  • il 13 maggio alle 21.00 saranno presentati in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube di AREA Parchi.
  • • 15 al 23 maggio
    BioblitzLombardia da casa mia: evento virtuale, aperto a tutto il territorio lombardo e a tutti i cittadini che caricheranno le loro osservazioni in autonomia
    • 11-13 giugno
    BioblitzLombardia AREE PROTETTE: in presenza in tutti i Parchi Regionali e aree protette, accompagnati da esperti naturalisti

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
www.areaparchi.it
areaparchi@parconord.milano.it
02 24 10 16 219

Clicca QUI per consultare la locandina e QUI per consultare la cartolina dell’evento con tutte le info