X
Menu
X

SUCCESSO PER LA CENA DI IERI SERA PROMOSSA DAL PARCO ADDA NORD CON COLDIRETTI E I CUOCHI CONTADINI DI CAMPAGNA AMICA – HANNO ADERITO 23 COMUNI DEL TERRITORIO

Conosci e gusta la Valle dell’Adda. Si chiama così la nuova iniziativa che si distribuirà su più eventi organizzata in collaborazione tra Parco Adda Nord e Coldiretti Como-Lecco con lo scopo di valorizzare e promuovere i prodotti tipici di un territorio ricco e sorprendente, meta, grazie alle sue numerose aziende agricole, anche di un turismo enogastronomico in costante crescita in Italia. Una recente indagine promossa da Coldiretti Ixè ha evidenziato come quasi quattro italiani su cinque (78%) in vacanza lontano da casa preferiscono consumare prodotti tipici del posto a chilometri zero per conoscere le realtà enogastronomiche del luogo in cui si trovano.

Il cibo rappresenta non a caso per quasi il 22% degli italiani – sottolinea la Coldiretti – la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura, mentre per un altro 56% costituisce uno dei criteri su cui basare la propria preferenza. Solo un 4% dichiara di non prenderlo per niente in esame.

Il primo degli eventi di “Conosci e gusta la Valle dell’Adda” si è tenuto ieri sera, martedì 12 aprile a Villa Calchi di Calco dove Parco Adda Nord e Coldiretti Como-Lecco hanno invitato gli amministratori dei 35 Comuni e delle Province soci del Parco regionale a una serata di gala dove protagonista è stato proprio il cibo a Km0 cucinato dai Cuochi Contadini, figure professionali di Coldiretti e titolari di agriturismi sul territorio lariano: si tratta di Giulia Di Scanno, Ettore Toso, Debora e Salvatore Cartolano. Una cena tra agricoltura, storia della cucina e “chilometro zero” gourmet dove tra un aperitivo a base di mondeghili di pecora brianzola, un risotto agli stracchini lariani e un piatto di gnocchi di patata bianca comasca al ragù di coniglio alle erbe, si è parlato di enogastronomia e agricoltura, per fare il punto della situazione in un momento economico in cui produrre “vicino a casa” è sempre più cruciale. Importante anche la collaborazione con l’Isis Romagnosi di Erba che ha dato supporto ai servizi di sala e cucina.

Per il Parco Adda Nord era presente il Consiglio di Gestione al gran completo con la presidente Francesca Rota e il vice-presidente Alessandro Chiodelli, il consigliere delegato Paolo Mauri promotore dell’iniziativa e gli altri consiglieri Luigi Esposito, Antonio Groppelli e Ignazio Ravasi. Insieme a loro c’era il direttore Mario Girelli.

Per Coldiretti, presenti il presidente Fortunato Trezzi, il direttore Rodolfo Mazzucotelli e il presidente dell’Associazione AgriMercato di Campagna Amica Francesca Biffi.

Il consigliere delegato del Parco Adda Nord Paolo Mauri ha tra le sue deleghe quella al marketing territoriale legata all’iniziativa “Conosci e gusta la Valle dell’Adda”. “Insieme a Coldiretti abbiamo pensato di strutturare un programma di eventi legati alla promozione e alla valorizzazione dei prodotti locali. Lo abbiamo aperto con questa cena di gala a Km0 proprio per sensibilizzare gli amministratori rispetto alle potenzialità non indifferenti a livello enogastronomico che ha il nostro territorio. Anche la location non è stata casuale. Villa Calchi come le tante altre residenze storiche che caratterizzano la Valle dell’Adda sono un patrimonio unico che è anche compito delle istituzioni far conoscere. E per questo ci piacerebbe riproporre situazioni conviviali come quella di Calco in altre dimore altrettanto belle, ospitali e ricche di significati anche di carattere culturale. Ma non vogliamo fermarci qui. Sabato 7 maggio saremo a Merate per aprire al pubblico le nostre ricchezze con una sorta di mercatino in cui sarà possibile assaggiare e acquistare i prodotti della nostra agricoltura e prima dell’estate con un evento dedicato ai bambini”.

Fortunato Trezzi, presidente Coldiretti Como Lecco, evidenzia come “questa stessa serata abbia rappresentato la prova evidente del ruolo che l’agricoltura riveste in una ristorazione di qualità. Ed è un ruolo importantissimo. Oggi la cucina italiana si richiama sempre più al territorio e alla sua narrazione: il cibo è fatto di storie di uomini ed imprese depositarie di saperi e tradizioni. Il filo che lega l’agricoltura al territorio è stretto, il ruolo delle aziende agricole strategico, come si è visto nei due anni di pandemia dove l’agricoltura del territorio non si è mai fermata e ha sempre garantito il cibo. E’ stata una bella serata, dove è emerso il nostro orgoglio di “essere agricoltori”, oggi alla guida di imprese che hanno saputo trasformarsi e crescere nel segno della multifunzionalità”.

Hanno accettato l’invito 23 Amministrazioni comunali e la Provincia rappresentata dalla Presidente Alessandra Hofmann e diverse realtà associative del territorio. In particolare erano presenti i seguenti Sindaci:

  • Paolo Milani – Airuno
  • Rossano Pirola – Bottanuco
  • Stefano Motta – Calco
  • Aldo Valsecchi (vicesindaco) – Calolziocorte
  • Michele Pellegrini – Calusco d’Adda
  • Gianmaria Cerea – Canonica d’Adda
  • Andrea Previtali – Cisano Bergamasco
  • Fabio Vergani – Imbersago
  • Alessandro Medolago Albani – Medolago
  • Massimo Augusto Panzeri – Merate
  • Marco Passoni – Olginate
  • Gianpaolo Torchio – Paderno d’Adda
  • Pierguido Vanalli – Pontida
  • Edoardo Bertuletti (vicesindaco) – Suisio
  • Silvana Carmen Centurelli – Trezzo sull’Adda
  • Franco De Gregorio – Truccazzano
  • Gianfranco Biffi – Villa d’Adda

La cena è stata preparata con i prodotti delle seguenti aziende agricole:

  • F.lli Piazza, società agricola di Montevecchia (Lc)
  • Azienda agricola Aldeghi Gianni di Galbiate (Lc)
  • Ciappesoni società semplice agricola di Bulciago (Lc)
  • Cascina Verteggera di Monticello (Lc)
  • Agriturismo Il Ronco di Garlate (Lc)
  • Azienda agricola Porrinetti di Casatenovo (Lc)
  • Azienda agricola Carlo Ornaghi di Missaglia (Lc)
  • Azienda agricola Val di Racul di Valgreghentino (Lc)
  • Azienda agricola Castelli Baietti di Albiolo (Co)
  • Fratelli Franzoni di Castelmella (Bs)
  • Azienda agricola Biffi Francesca di Galbiate (Lc)
  • Nuova Rogorina di Mariano C.se (Co)
  • Villa Calchi-Azienda Bonanomi di Calco (Lc)
  • Azienda agricola La Costa di Montevecchia (Lc)
  • Latteria sociale di Valtorta (Bg)

“Conosci e gusta la Valle dell’Adda” non finisce qui, anzi. Alla serata di gala di martedì seguirà un evento pubblico in piazza Prinetti a Merate sabato 7 maggio dalle 14.30 alle 19.30 con degustazione e possibilità di acquisto di vini, salumi e formaggi tipici da oltre venti stand enogastronomici. L’evento sarà organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Merate.

La terza manifestazione (ancora da definire data e location) avrà come protagonisti i bambini. Saranno loro a cucinare le materie prime con l’obiettivo di avvicinare anche le giovani generazioni alla conoscenza e alla passione per i prodotti gastronomici del territorio oltre a stimolarle affinché si approccino al cibo in modo corretto.

Cena km zero Villa Calchi-3